Orto Sociale

Il primo del Quartier del Piave: sei lotti liberi all'orto sociale di Democrazia in via dei Troi a Pieve di Soligo


Per tutti gli interessati, sono disponibili del lotti da 20 metri quadri nell’orto sociale di via dei Troi a Pieve di Soligo (nella foto), il primo di tutto il Quartier del Piave. Risale infatti al 2013 l’inaugurazione dell' “Orto felice” in via Cal Bruna da parte dell’associazione Democrazia, poi trasferito l’anno successivo nell’area attuale sulle sponde del fiume Soligo, concessa gratuitamente da un privato.


“Siamo molto contenti di questi primi anni - spiega Roberta Nardi di Democrazia - Era dal 2010 che volevamo lanciare gli orti sociali e abbiamo visto che in tanti hanno seguito il nostro esempio. Avere un lotto di terra da coltivare in questo periodo di crisi rappresenta una risorsa importante e non è una cosa da poco”.


Oltre a un modo per rispamiare e per svolgere un'attività piacevole all'aria aperta, l’orto sociale rappresenta anche un momento di aggregazione tra le persone. “Durante l’anno organizziamo delle feste con tutti i partecipanti - conferma Roberta Nardi - Inoltre, gli orti favoriscono l’integrazione. In passato abbiamo collaborato con un’associazione senegalese, mentre ora siamo in contatto con la comunità del Bangladesh. E’ in programma anche un progetto con i bambini della scuola elementare, in modo che possano vedere da vicino come nascono e vengono coltivate le piante”.


Dopo Democrazia, a lanciare gli orti sociali sono stati il Comune di Pieve di Soligo nel 2014, l’Electrolux di Susegana in collaborazione con la Fondazione di Comunità Sinistra Piave nel 2015 e ora, a breve, anche il Comune di Vidor.

Attualmente gli “ortolani” di via dei Troi sono una decina e sei i lotti liberi a disposizione. Per informazioni è possibile contattare Roberta Nardi al 328 0060 213, oppure Enrico al 335 8418 430.



"